nava

Intervista a Mariella Nava, cantautrice tarantina: “Taranto sono io e con il cuore non me ne sono mai andata

Mariella Nava è una delle più grandi cantautrici italiane. L’ho intervistata qualche mese fa e ad aprile sarà di nuovo a Taranto con MusicaliTA.

Sorriso placido e sguardo intenso, incorniciato da un’espressione rassicurante: è la prima volta che incontro Mariella Nava, cantautrice, interprete e compositrice tra le più stimate del panorama musicale leggero italiano, ma prima di tutto tarantina. La incontro alla Concattedrale, in occasione del concerto Gospel di qualche mese fa.

A colpirmi di lei è l’educazione, la professionalità ma soprattutto la sensibilità – che si riscontra nei testi che canta e produce – e l’amore per Taranto: città che le ha dato i natali e che la ospiterà di nuovo ad aprile in occasione di MusicaliTA, evento organizzato da Salotto Professionale Eventi nello storico teatro Orfeo.

La prima domanda secca, spontanea, non può che essere:

Cosa rappresenta Taranto per te?

“Taranto rappresenta me, il luogo dove ho vissuto per tanto tempo, la mia formazione. Ma anche – aggiunge – un punto di partenza e di ritorno. Perché è vero che ormai vivo distante da questa città, ma è vero anche che con il cuore ci sono sempre stata.

Cosa ti auguri per Taranto?

“Un futuro diverso, nuovo, che non sia all’ombra dell’industria siderurgica. Un futuro che sia l’unione di piccole ma importanti risorse – sottolinea Nava -, perché solo appellandoci alla genialità che divampa in questo territorio, possono emergere delle opportunità.”

Spiegati meglio.

“I giovani di oggi non devono perdere la tenacia, la grinta. E’ difficile, lo so, ma bisogna farsi forza e farlo in gruppo. Ognuno deve investire le proprie potenzialità e rischiare in qualsiasi progetto che possa apportare un beneficio a Taranto, per esempio.”

Qual è il consiglio che daresti a tutti coloro che si stanno affacciando sul mondo della musica, affascinante ma complesso e insidioso?

“Consiglio sempre di crederci. Di buttarsi e non arrendersi mai, anzi di collaborare. Proprio come sto facendo io che ho aperto una piccola etichetta a Roma e sto collaborando con piccole case discografiche e con personaggi del mio stesso campo e provenienza come Diodato. Sai, io rappresento una piccola realtà e sono la prima a dovermi muovermi contro i “giganti” in ambito musicale.”

Progetti professionali futuri?

“Sto lavorando al mio prossimo album in cui sarà presente una canzone dedicata alla città di Taranto, che osservo dall’alto. Il pezzo si intitola Ti vedo così.”

E noi, insieme a Mariella Nava, non vediamo l’ora di perderci in questo abbraccio metaforico della Terra dei Due Mari.

Clicca sulla pagina Facebook dell’evento MusicaliTA 

Per la biografia completa di Mariella Nava visita www.mariellanava.it

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *