piri piri2

Ma del mare di Taranto non ne parla nessuno?

Ogni giorno si parla della Puglia come una delle mete più ambite di questa estate 2015. La Puglia, però, è anche Taranto e se nessuno ne parla, lo facciamo noi.

Ovviamente il titolo del pezzo è provocatorio. Altro non è che un invito a riflettere sul perché Taranto sia costantemente snobbata, sul perché non si colgano o non si creino le occasioni per parlare di Taranto come una terra predisposta (ammesso e non concesso che lo sia davvero) al Turismo e sul perché Taranto sia, piuttosto, il fanalino di coda del tacco d’Italia malgrado le bellezze e la storia che conserva.

Ho letto che il mare della Puglia sia diventato virale, soprattutto su Twitter, che i siti più autorevoli non fanno altro che parlare di vacanze nel Salento e che siano più i tweet che si rincorrono sul social network delle bestemmie dei polentoni che un mare così se lo sognano.

Siamo tutti d’accordo sul fatto che la Puglia – eletta, tra le altre cose, capitale della felicità dall’Università di Milano –  sia una delle regioni più belle, che si sia aggiudicata – non senza merito – il titolo di #ReginaDellEstate e che migliaia di utenti – da Porto Cesareo fino a Santa Maria di Leuca, siano assaliti dalla sindrome del “condividi il mare più bello”.

Ma la Terra dei Due Mari non è da meno quindi, seguendo questa scia virale tutta Made in Sud, vogliamo mettere in luce questo tesoro chiamato Taranto. E il suo mare.

Le foto che vedete sono solo alcune che ci sono arrivate sul nostro Profilo Twitter. Buona visione!

  • Baia del Pescatore - Pulsano

  • Lido Gandoli

  • La Spiaggetta - Marina di Lizzano

  • Lizzano (di fronte alla Pergola Rosa)

  • Monreve - Taranto

  • Porto Pirrone - Marina di Leporano

  • Marina di Pulsano

  • San Pietro in Bevagna

  • Saturo - Marina di Leporano

  • Saturo - Marina di Leporano

  • Torre sgarrata - Marina di Lizzano

  • Via del Faro - San Vito

Da San Vito fino ad arrivare a Lizzano, la nostra litoranea è un carosello di panorami mozzafiato. L’acqua cristallina che bagna la costa e gli scorci che si intravedono dalla spiaggia di Porto Pirrone o dalle scogliere del Saturo, lasciano ben poco all’immaginazione. Una tavolozza di colori in cui a dominare è l’azzurro nelle sue tonalità. La litoranea salentina sembra dipinta e il confine tra il cielo e il mare è labile.

Sul fatto che l’area debba essere valorizzata e degnamente restituita ai tarantini siamo tutti d’accordo. E forse basterebbe guardare Taranto con occhi meno disincantati, rimboccandosi le maniche e pretendendo che del mare di Taranto e delle perle di cui il nostro territorio è cosparso se ne parli di più. A piccoli passi. Con lo stesso trasporto che abbiamo quando ammiriamo l’alba o il tramonto da qualche landa sulla litoranea salentina.

Continuate a condividere con noi le bellezze di Taranto sia sul profilo Instagram, che su Facebook e Twitter. E scriveteci nei commenti qual è il vostro mare preferito!

 

Photo credits: stregatta78 (img in evidenza)

16 commenti
  1. elio
    elio dice:

    non se ne parla semplicemente perchè quello NON è il mare di Taranto città, è il mare della litoranea salentina che è FUORI Taranto, provincia quasi

    Rispondi
    • Stefania Ressa
      Stefania Ressa dice:

      No Elio, San Vito per esempio è Taranto. E comunque il discorso va al di là dei km o dell’approccio prettamente geografico. E poi scrivere “Ma del mare della Litoranea salentina che è a due passi da Taranto quasi in provincia non ne parla nessuno?” era troppo lungo. 😉 Spero tu abbia colto l’ironia, grazie per il commento!

      Rispondi
      • Piero
        Piero dice:

        …sarebbe come dire che noi dobbiamo fare il “tifo” fino alla spiaggia del Monreve, perché poi diventa comune di Leporano e la cosa non ci rigua

        Rispondi
      • Piero
        Piero dice:

        …sarebbe come dire che noi dobbiamo fare il “tifo” per la litoranea fino alla spiaggia del Monreve, perché poi diventa comune di Leporano e la cosa non ci riguarda. Anche se ci si arriva in 15 minuti e ci si mette di meno che a raggiungere il centro. Beh, ad essere pignoli dobbiamo fare il “tifo” anche per Torre Sgarrata e “la spiaggetta”, essendo quella una isola amministrativa del Comune si Taranto. Quindi, è Taranto a tutti gli effetti…

        Rispondi
  2. Tamara
    Tamara dice:

    Io conosco questo tratto di Costa benissimo..pur vivendo a Milano..Mia sorella vive nella provincia di Taranto…mio nonno è nato a Talsano…e il.mare è da urlo di colori che non si scordano…Ma..fare qualche struttura SOSTENIBiLE ?..qualche area di sosta x i camper..con tutto lo spazio che c e!! .magari che il comune le spiagge le pulisse..d estate..invece il tutto è lasciato al caso.
    Fare del turismo sostenibile si può invece solo Lidi e Lidi….Non è che tutti per forza pensano solo al lettino e ombrellone..perché se è così allora parliamo di turismo locale x i soli locali….ben altra cosa

    Rispondi
    • Stefania Ressa
      Stefania Ressa dice:

      Hai ragione Tamara, hai centrato il punto. Bisognerebbe prima investire nelle strutture per parlare di turismo. Altrimenti non si va da nessuna parte. Le potenzialità ci sono e ci auguriamo che ci sia anche la volontà… Prima o poi!

      Rispondi
  3. Ale
    Ale dice:

    Non se ne parla semplicemente perchè quando si parla di Taranto si fa subito riferimento all’Ilva e quindi inquinamento, morti bianche e tanta ingiustizia, basti pensare all’ultimo operaio morto bruciato vivo da un getto di ghisa incandescente.

    Rispondi
  4. Luc
    Luc dice:

    Quindi in base al ragionamento di Elio uno che è di Roma e va a mare a Santa Marinella(rm) e ci mette 3 ore di macchina ad arrivarci in realta va a mare in un’altra città?! Bah! Taranto è circondata dal mare e se vuoi una spiaggia in città è stata bonificata quella sul lungomare e la gente è tornata a farsi il bagno li.. Per il resto credo che farsi 15 minuti di macchina per raggiungere le prime spiagge del litorale non credo sia cosi impossibile..

    Rispondi
    • Piero
      Piero dice:

      Ti spiego come funziona: se si parla dell’abusivismo e della sporcizia, allora è “la litoranea di Taranto”; se invece si parla della bellezza del mare, allora è “la litoranea della provincia”…

      Rispondi
  5. Domenico
    Domenico dice:

    Fate vedere lo schifo che c’è sulle spiagge al mattino, i resti di cibo ecspazzatura che i pugliesi lasciano e pou capirete perché non ne parla nessuno. Non ci credete? Fatevi un giro a Castellaneta marina!!

    Rispondi
  6. raffaella
    raffaella dice:

    Non solo Domenico, basta dare le spalle al mare e si capisce ancora meglio perché nessuno ne parla. Abito sulla litoranea, a due passi dal mare, ed è improponibile andarci a piedi con due bambini. Dove sono i marciapiedi? E la sera, volendo fare una passeggiata? Di che stiamo parlando? Dovendo rimboccarsi le maniche, da dove dovremmo iniziare?

    Rispondi
  7. Nico Tanzi
    Nico Tanzi dice:

    Taranto, definita la città dei 2 mari, in realtà di mari ne ha quattro: oltre ai canonici Mar Piccolo e Mar Grande, vanno citati il mare della litoranea orientale (giustamente denominata “salentina”, in quanto il Salento comincia appena fuori delle porte della città) ed il mare bistrattatissimo della litoranea orientale. Orbene, dei quattro mari, si esalta solo quello della litoranea salentina (bellissima, ma anche affollata, disorganizzata, sporca, devastata dall’ex-abusivismo condonato, ed assediata dal traffico su una strada litoranea che andrebbe demolita e ricostruita molto più all’interno… I tesori sono anche negli altri tre mari, ed in alcuni casi ancora intatti… Fatevi un giro su questo sito.
    Grazie dell’ospitalità, e complimenti per tutto.
    Nico

    Rispondi
  8. Sergio Scardillo
    Sergio Scardillo dice:

    Sono “polentòne”, maaa…. ovviamente…. NON bestèmmio!…
    Maaa…. un mare COSÌ (pur con resti alimentari, rimasi a Castellaneta solo UNA volta, devastazione, abusivismo e sporcizia !…) ME LO SOGNO !!…
    Abbracci a voi, x quanto d BUONO fate x Taranto City !…
    Sergio

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *