Puglia expo

All’Expo la Puglia supera la Lombardia con le Bandiere del Gusto

Non occorreva certamente il rapporto della Coldiretti per affermare che la Puglia è superiore alla Lombardia in fatto di gusto. Ma tant’è.

La Puglia si fa riconoscere anche all’Expo di Milano 2015. E lo fa guadagnandosi il primato enogastronomico sulla Lombardia.

Nel 2015 le “Bandiere del gusto” assegnate all’Italia sono state ben 4.886 sulla base dei primati enogastronomici del territorio nazionale: 73 prodotti in più rispetto allo scorso anno, che vanno a incrementare il patrimonio di specialità tradizionali con una storia di almeno 25 anni. Una vasta selezione dei più rappresentativi fra questi alimenti d’eccellenza è in mostra dall’8 agosto nello spazio Coldiretti “No farmers no party” a Expo Milano 2015.

expo2

La Puglia, con 249 prodotti ha superato la Lombardia (247) e la Sicilia (242), la Sardegna con 183, il Molise con 159, il Friuli-Venezia Giulia con 154, le Marche con 151, l’Abruzzo con 147, la provincia autonoma di Trento con 105, la Basilicata che con 95 prodotti ha superato l’Alto Adige (90), l’Umbria con 70 e la Val d’Aosta con 32.

Sul podio delle “Bandiere del gusto”, assegnate a livello regionale, salgono la Toscana (461), seguita a poca distanza dalla Campania (457) e dal Lazio (393).

A prevalere tra le specialità regionali sono i 1.490 diversi tipi di pane, pasta e biscotti, seguiti da 1.366 verdure fresche e lavorate, 782 salami, prosciutti, carni fresche e insaccati di diverso genere, 488 formaggi, 221 piatti composti o prodotti della gastronomia, 143 bevande tra analcoliche, liquori e distillati, 155 prodotti di origine animale e 153 preparazioni di pesci, molluschi, crostacei. Insomma, una lista da leccarsi i baffi.

Ha avuto la meglio pure il carciofo di Mola di Bari, la cui coltivazione ha ripreso recentemente vigore.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *