ferragosto

4 modi del tarantino per trascorrere Ferragosto

Il Ferragosto è alle porte e tra i tarantini inizia a circolare la fatidica domanda: “Cosa fai il 14 sera?”

La domanda “Cosa fai a… + ricorrenza?”, mi ha sempre creato uno scompenso ormonale pari a quello che avverto quando ascolto le canzoni di Gigi D’Alessio. Soprattutto a Ferragosto e soprattutto alla soglia dei 30 anni, perché inizio finalmente a realizzare che “in spiaggia” – una delle opzioni più abusate il 14 agosto tra 14 e i 25enni – non è più una risposta nemmeno lontanamente contemplabile.

Tuttavia, i tarantini anche a Ferragosto si dividono in: spiagge con barbecue annesso, party in piscina, stabilimenti privatigite fuoriporta.

Il Ferragosto in spiaggia

Il Ferragosto in spiaggia è una delle scelte più condivise dal tarantino con un’età compresa tra i 14 e i 25 anni, come dicevo prima. D’altronde con i lidi che abbiamo sarebbe un sacrilegio non provare l’ebbrezza, almeno una volta nella vita, della sabbia bagnata tra le dita dei piedi, i capelli arruffati dall’umidità delle due di notte e il bisogno impellente di urinare tra le piante (dove altrimenti?) che mannaggiaacristo.

Ad ogni modo, il Ferragosto in spiaggia è un modus vivendi, un rito che il tarantino conosce bene e funziona pressoché così. Dopo aver individuato la spiaggia più adatta alle sue esigenze il tarantino si appropria del fazzoletto prescelto e pianta la sua bandiera (leggasi tenda da campeggio, asciugamani, gazebo, la casa) almeno 10 ore prima dell’avvento della civiltà in quel lido e inizia ad organizzare la postazione da combattimento: barbecue (abusivissimo, lo sappiamo, ma il Ferragosto in spiaggia con panini e salsiccia cotta al momento non ce lo deve toccare nessuno), candele anti-zanzare e fiumi di alcol.

Durante il Ferragosto – ma non solo, in realtà – la spiaggia che si snoda lungo Viale del Tramonto, ad esempio, si trasforma in una sagra a cielo aperto. Ognuno fa un po’ i cazzi suoi insomma: c’è chi degusta panini, chi la pasta al forno o la parmigiana, c’è chi gioca a carte, chi si diletta in karaoke improvvisati. Fino al giorno seguente, quando i litorali presi d’assalto si rivelano terra di nessuno. Poetico!

fuochi

Party in piscina nella villa dell’amico riccone

Se, invece, hai la fortuna di avere un amico con un portafoglio consistente trascorrerai il 14 notte in una villa con piscina alla Beverly Hills style e farai parte di quella schiera di tarantini alto-borghesi con amici fighissimi, abiti fighissimi, case fighissime, abbronzatura fighissima e costumi fighissimi da sfoggiare nel mega festone di Ferragosto, dove impererà la speranza che Paris Hilton si palesi da un momento all’altro.

Allo stabilimento balneare

Lo stabilimento balneare è per alcuni tarantini la scelta last minute ferragostana, per altri un’abitudine che persiste nei secoli. Poco importa dei prezzi da capogiro; vuoi mettere ballare all night long con lo zainetto sulle spalle (pare sia la nuova tendenza dell’estate tarantina, orrore!) e seminare – allo scoccare della mezzanotte –  sudore umidiccio e residui di cocktail nella piscina di fortuna? Emozioni pure.

zainetto2

Gite fuoriporta

Ci sono i tarantini che, in barba alle spiagge e alle piscine affollate, decidono di concedersi suggestive gite fuori porta alla scoperta della Puglia, abbandonandosi a cene luculliane a base di pesce e fuochi d’artificio (ché quelli ci sono sempre a Ferragosto). Nulla di particolarmente pretenzioso, ma d’effetto soprattutto per chi vuole evitare la goliardia dei giovani sulle spiagge e i fumi da sagra della polpetta.

E poi ci sono io, che ancora non ho deciso cosa fare!

 

Photo credits: Nicola (img in evidenza) – Enrico Matteucci (img fuochi)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *