Grafite scuola di fumetto taranto

C’è il futuro di Taranto nei disegni degli allievi di Grafite


Grafite è la prima scuola di grafica e fumetto a Taranto. A parlarmi di questa realtà è Gian Marco De Francisco, co-fondatore e coordinatore regionale.

“Ai fumi preferisco i fumetti”: è la frase di uno degli allievi di Grafite, la prima scuola di grafica e fumetti di Taranto e non solo, nata all’insegna dell’impegno sociale. A riportarla è Gian Marco de Francisco, formatore da 13 anni, co-fondatore e coordinatore regionale di questo progetto che si pone come una struttura a rete per contenuti e logistica perché al fianco dello Studio iltratto.com e di Lupiae Comix Scuola di Fumetto di Lecce di Fabrizio Malerba, con un’ esperienza decennale nel campo dei comics.

Omaggio di Vitantonio Fosco

Omaggio di Vitantonio Fosco

Gian Marco è un architetto con la passione per il fumetto e tre anni fa ha deciso di gettare le basi per creare un polo attrattivo in Puglia. Sì, perché Grafite è una realtà regionale, presente anche a Bari e a Lecce. Una realtà che ogni anno sforna talenti, motivati a raggiungere l’obiettivo di lavorare in questo campo così complesso ma affascinante. La scuola è diventata una fucina di professionisti ed eccellenze, che vengono accompagnati per mano non solo durante il percorso didattico, ma anche dopo.

Gian Marco De Francisco

Gian Marco De Francisco

“Di fumetto si vive – sottolinea Gian Marco – ma non è per tutti. Per questo motivo vogliamo che la nostra venga percepita come una scuola etica. Non a caso il colloquio d’ingresso è motivazionale. Sai qual è il rischio che ogni volta corriamo? Di perdere i ragazzi sul lungo periodo, perché a volte fa paura realizzare i propri sogni. Il fumetto non è solo disegno, è soprattutto narrazione e noi aspiriamo ad avere nella nostra scuola persone che non vanno a dormire la sera senza disegnare. Una delle ragazze che è venuta da noi, sta stipulando un contratto con una casa editrice importante. Un altro dei nostri, Andres Mossa, lavora per la Marvel.”

“C’è il futuro di Taranto nei lavori di Grafite – aggiunge Gian Marco -, perché quando i ragazzi disegnano creano realtà possibili. Ed io, che ho vissuto a Pescara 8 anni, sono la dimostrazione del fatto che a Taranto si può tornare per costruire qualcosa.”

Costruire partendo dalla creatività. Si, perché l’arte salverà il mondo. Perché ci permette di fregiarci di quella bellezza che è speranza; speranza che i talenti tarantini restino per colorare questa città, la nostra, ridisegnarla non solo attraverso la matita, ma con i sogni.

Ad avere questa convinzione non sono solo io; c’è Gian Marco e il gruppo dei docenti di Grafite: Ilaria Ferramosca, Alessio Fortunato, Marco Laggetta, Giuseppe Latanza, Fabrizio Malerba, Andres Mossa, Micaela Tangorra, Enzo Rizzi, Giuseppe Sansone, Domenico Sicolo, Sebastiano Vilella.

Un’occasione per conoscerli di persona – al di là dell’iscrizione ai corsi della Scuola che dura tre anni ed è a numero chiuso – potrebbe essere il 12 e il 13 dicembre al Taranto Comix, “una grande opportunità – afferma Gian Marco De Francisco – per valorizzare una fiera locale alla quale siamo contenti e lieti di partecipare.”

Visita il sito di Grafite – Scuola di Grafica e Fumetto
Scopri la Pagina Facebook e gli eventi della Scuola

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *