tarantini in discoteca

5 tipi di tarantini che incontri in discoteca

Ti abbiamo descritto come il tarantino rimorchia su Facebook, ti abbiamo raccontato del tarantino alla guida, siamo persino riusciti a svelarti che personaggi incontri sui pullman della città. Bene, oggi scriverò di chi incontri nelle discoteche di Taranto.

Data la voglia di non voler passare il giorno di San Valentino solo in casa facendo giochi di ruolo sulle battaglie storiche, ho pensato di cercare la mia anima gemella in qualche discoteca a Taranto.

Ecco 5 personaggi in cui mi sono imbattuto.

IL MOLESTATORE

Il molestatore è la figura che maggiormente prevale nelle discoteche di Taranto. Non va a ballare per ascoltare musica o divertirsi con gli amici, l’unico obiettivo che si prefigge è quello di provarci con qualsiasi cosa che respiri, che sia una persona, una pianta o un coniglio.

La sua mossa tipica è toccare i capelli alle ragazze (se è in forma cercherà anche di annusarli) nemmeno fosse un pastore tedesco in calore. Il molestatore cerca in tutti i modi di sembrare dolce e simpatico, ma le uniche frasi che fuoriescono dalla sua bocca sono: ”Oi t’ pozz paià na birr??” oppure, se vuole rifarsi a “Grey’s anatomy, ”Ooo ma stai su Facebook?”.

Top-dj-rimorchiare-in-discoteca-lo-stai-facendo-male

Sappi quindi che sarà più facile terminare vittoriosamente una partita a Snake giocando bendati, che non scrollarti di dosso il molestatore. Insomma ragazze, occhio ai capelli!

IL PUSHER

Esiste la Vodafone che ti ricorda quanto è brutta la vita quando hai terminato internet, c’è Marchisio che invece ti ricorda in tv quanto fa schifo la tua barba in confronto alla sua e poi ci sono loro, i pusher, peggio di Aldo Nocera o dei testimoni di Geova: ”O TI SERVE L MD?”-“O TI SERVE LA CHETA?”(no sono Wind)-“O TI SERVE LA ERO?”-“MD MD MD MD MD?”.

Premesso che tra questi “gangster” figurano ragazzi di 14-15 anni (pensa, alla loro età l’unica preoccupazione che avevo era farmi mandare i video porno sull’LG tramite infrarossi), consiglierei loro di rifarsi una vita, di passare più tempo con i nonni materni a Natale e trovarsi altri hobby, tipo le figurine “Panini” dei calciatori che scambierei volentieri (a proposito, mi manca Pogba).

Comunque, l’ MD è anche un famosissimo discount quindi se proprio ti sta a cuore prova a mandare un curriculum lì al posto di rompere i coglioni in discoteca.

LA MALOMBRA

La malombra è colui che a Taranto nel pomeriggio creerà 200 gruppi su Whatsapp e scriverà: ”Ragazzi stasera putiferio al Cromie”-“UAGNUUU stasera si sboccia allo Y hahahaha”(?), per poi trascorrere la serata in discoteca, solo, senza amici, scorrendo la home di Facebook o Instagram.

malombra2

Ovviamente la malombra il giorno dopo non potrà fare a meno di scrivere stati su Facebook del tipo: ”Serata D-e-v-a-s-t-a-n-t-e ahahah, buongiorno popolo di face”, però l’importante sarà stato “sbocciare”, come ormai si suol dire a Taranto.

IL PR

Il Pr è colui che se sei in procinto di sposarti, se ti hanno rubato la macchina o sei ostaggio dell’ISIS, l’unica cosa che ti chiederà sarà: ”Oh ti servono prevendite?”.

Al Pr non si sfugge in alcun modo, nemmeno cambiando cognome e cittadinanza o nascondendo l’ultimo accesso di Whatsapp. E’ come Liam Neeson in “Io vi troverò”… non c’è scampo!

IL RISSOSO

Mai e dico mai guardare negli occhi il rissoso in discoteca se non vuoi trovarti all’ospedale “Santissima Annunziata” nel giro di qualche ora. Il rissoso a Taranto cerca di appellarsi ad ogni scusa pur di gonfiarti di botte.

Che sia perché indossi una camicia bianca, che sia perché ti chiami “Alessio”, che sia perché hai inviato una richiesta d’amicizia nel lontano 1965 alla sua fidanzata, il rissoso ti punta ed esordisce con un: ”SCE CAZZ STE GUARD MONGOLÒ”, e annessa ginocchiata nei denti.

rissoso

E se qualora il “rissoso” provasse ad abbordare la tua fidanzata, e tu sai di essere magro e debole, rinnegale ogni cosa: anniversario, primo bacio, proposte di matrimonio e lasciati andare ad affermazioni tipo: ”No no,non è la mia fidanzata, serviti pure”. Sopravviverai.

Bene caro lettore, se questo articolo ti è piaciuto piazza un bel “like” alla Pagina Facebook di Se Dico Taranto e seguimi su Instagram.

Se non ti è piaciuto, spero troverai il “rissoso” in discoteca.
Auguri.

 

Photo credits: fulzio rossi (img di copertina) – www.top-dj.it (img ragazze) – 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *