copertina1

Un albero del Lungomare di Taranto abbellito con pensieri positivi

Basta poco per abbellire la città. Lo sanno bene gli studenti della scuola media Colombo di Taranto che stanno partecipando al progetto RivogliAMO Taranto. Ti racconto cosa hanno fatto.

“Le città non sono solo scambi di merci: sono scambi di gesti, parole, emozioni, memorie, tempo, saperi”, diceva Italo Calvino. E ieri pomeriggio gli studenti della scuola media Colombo che hanno aderito al progetto “RivogliAMO Taranto” di cui ti ho già parlato mesi fa, un gesto l’hanno fatto. Piccolo ma significativo: hanno attaccato ai rami di un albero sul Lungomare un pensiero positivo.

IMG_0091

Un’azione, se ci pensiamo, talmente semplice ma efficace; che ha regalato un po’ di poesia ad una città troppo spesso messa in ginocchio dalla rassegnazione. Ognuno dei ragazzi, che ho personalmente accompagnato, ha scritto su un fogliettino bianco un auspicio, senza inciampare in tutti quei “se” o “ma” che si rincorrono incessantemente persino quando parliamo di progetti positivi per Taranto.

Con un nastro rosso l’hanno poi legato al ramo di un alberello. La fantasia e la gioia hanno fatto il resto.

IMG_0088

Mi piace pensare che ieri pomeriggio sia stata piantata un po’ di speranza e che questo scambio di gesti, così generoso ed edificante, abbia abbellito Taranto, seppur in minima parte. E non importa se l’aver legato dei bigliettini a dei rami non dovesse cambiare le sorti della nostra città – perché no, non le cambierà certamente -, di sicuro però ci ha fatto tornare a casa con il sorriso, perché dopo qualsiasi gesto, anche il più piccolo, niente è più come prima.

Se ti capita di imbatterti in uno dei pensieri positivi dei ragazzi della Colombo raccogline uno, fotografalo e mandacelo sulla Pagina Facebook di Se Dico Taranto.

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *