tarantini senza casco

5 motivi per cui i tarantini non indossano il casco!

Il tema dei tarantini che non indossano il casco è particolarmente sentito tra i miei conterranei. Ci sono, tuttavia, ragioni sociologiche che si annidano nel rifiuto sistematico ad usare quella ‘cosa’ che salva “soltanto” la vita.

Paradigma esistenziale del tarantino: mai indossare il casco quando sei sulla moto.

I motivi sono svariati e tutti degni di essere analizzati con la consapevolezza che A) noi, qui, facciamo un po’ come cazzo ci pare; B) se non indosso il casco ‘so’ cazz mje’; C)  e chi la vede la municipale. Bon!

Presa ampia coscienza di questa ontologia cascosofica terrona, passiamo ai motivi per i quali il tarantino non indossa il casco sulle due ruote.

La pettinata

Dio solo sa (ma anche Aldo Coppola, ci giurerei) quanto sia importante la pettinatura – pardon, la pettinata – per il tarantino. Specie se imbalsamata sotto strati di di gel che manco ai tempi d’oro di Grease. Il capello tirato a lucido che incornicia il volto fiero dei riders anticonformisti e che hanno ben volentieri abdicato precocemente all’uso del casco, è il primo vero passo verso l’emancipazione.

“Io, il casco? Ma è studichit? E l’capidd?” – e annesse contrazioni facciali.

Sei più “awwanasgheps”

Girare a Taranto senza casco ti rende “awwanasgheps”. Essere “awwanasgheps” è un concetto ampio, complesso, è la sintesi della paraculaggine. Ti fa sentire un fuorilegge, l’eroe contemporaneo dei due mari, il Batman dei noartri che da solo si aggira a volto scoperto, sul motorino, con la faccia sorridente e il vento che stupra le ciocche dei capelli cosparsi di cromatina.

Casco integrale? No grazie

Il casco integrale – definizione suggerita da Lorenzo – fa molto killer della mala degli anni ’80-’90. Questo fantomatico oggetto serve piuttosto nelle risse come deterrente per rompere i setti nasali.

Il dono alla ragazza

Qui le cose si fanno serie, perché entra in gioco l’aspetto più intimo del motociclista tarantino, quello romantico. Il manuale del maschio amaro recita a pagina 3: “Sacrifica il casco tuo per l’abbordaggio, te ne sarà grata la tipa che porti a passeggio.” Insomma, un gesto d’amore incondizionato.

Paragomiti

Usi e costumi del casco: paragomiti, parapalle, parastinchi (?)

Nel caso in cui ti avventurassi nell’infausta domanda“Perché non indossi il casco?”, aspettati di essere osservato come fossi la pubblicità del Tampax che interrompe la scena finale di Games of Thrones, prima di ricevere l’altrettanto infausta risposta (quella che, tra l’altro, mi piacerebbe riservare alla D’Urso):

FATT L’ CAZZ TUE

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *