COPERTINA PAGELLE2

Le pagelle scapocchione: Taranto vs. Matera

Dopo aver modificato le pagelle di secondo superiore, illudendo mia madre su un improbabile 7 in matematica e un falsissimo 6 in fisica, mi sono ripromesso di svolgere qualcosa di utile per la società: realizzare le pagelle dei giocatori del Taranto F.C.

Poiché sono troppo svogliato e paranoico per cercare un lavoro o per aiutare le persone anziane a fare la spesa al mercato “Fadini”, ho deciso di puntare tutto sulle pagelle del Taranto.

Ieri, domenica 28 agosto, si è giocata la prima di “Serie C” del Taranto e tra vecchi col diabete che: ”Sciuecat l’1 d’ù Tarande a 2.47”, “Ste Cedric ca è nu fenomen”, e Marilungo che se n’è andato allo Spezia, alla fine lo avevano capito pure a Disneyland che ieri il Taranto avrebbe giocato la prima contro il Matera di Coccinella… Columella; scusate, t9 del cazzo.

taranto-matera

Le mie personali pagelle del Taranto

Maurantonio

MAURANTONIO 6.5: uagnù, questo di faccia sembra la versione che gioca a pallone de il “Bufalo” di “Romanzo Criminale la serie”, quindi mi tocca elogiarlo, altrimenti me lo ritrovo sotto a casa.

Senza titolo-1

Sicuro negli interventi e nei tiri da fuori, un po’ meno nelle uscite compie un autentico miracolo nel secondo tempo, che tra un po’ su Rete 4 trasmettono Papa Francesco che recita un Angelus dedicato a lui.

ER BUFALO VOTO 6.5

Altobello

ALTOBELLO 5.5: Mad, e chi cazzo lo conosce a questo.

Non so manco che scrivere. Ci provo, eh. Attento per buona parte della gara, preciso in qualche disimpegno e bla bla bla, cala leggermente nella ripresa ed esce al ’76 per infortunio. Non me ne voglia, o alla prossima partita mi fa un goal alla Maicon contro la Juve o un RKO a qualcuno del Cosenza; diversamente, non saprò mai come esprimermi.

FORMALE  VOTO 5.5

Pambianchi

PAMBIANCHI 6: terza stagione per Capitan Pambianchi che sembra il nome di una ditta di panettoni alle mandorle.

Insieme ai compagni di difesa viene preso a pallonate per tutto il secondo tempo tant’è che, a fine partita, confonde Santino con Riccardo Cocciante e Cedric con Snoop Dogg chiedendogli se l’anno prossimo suona a Gallipoli.

Ottima intesa col compagno di reparto Stendardo, riesce a tenere la difesa nonostante alcuni errori dei compagni ancora troppo indaffarati a ripensare a qualche bel culo visto al Blue Sun.

PANDORO VOTO 6

Stendardo

STENDARDO 7: credetemi, preferirei più dichiarare guerra alla Russia col mio pigiamino di Duffy Duck che non ritrovarmi a giocare contro Mariano Stendardo.

stendardo

Cattivo, roccioso, alto 1.89  e con due spalle grosse quanto il Buckingham Palace al goal su punizione è sceso San Cataldo in curva con la colonna sonora dell’Ultimo dei Mohicani ed ha iniziato a regalare palloncini rossi agli Ultras.

BRAVEHEART VOTO 7

Potenza

POTENZA 5.5: torna dalle Olimpiadi per i pesi minimi un’ora e mezza prima della partita giusto per giocare 61’ minuti e farsi cambiare posizione da Papagni 18 volte. Esterno sinistro all’inizio, esterno destro dopo, libero alla mezz’ora, stopper nel secondo tempo e commentatore Rai per gli ultimi 5 minuti.

Qualche scatto con la palla manco i borseggiatori di Via Minniti col runner, ma niente di più. Da uno che si chiama “Potenza” che indossa  il numero 7 ci aspettiamo molto di meglio.

CRILIN VOTO 5.5

De Giorgi

DE GIORGI 5.5: buona prima parte di gara per l’ex Martina Franca.

Un paio di palloni recuperati poi BOOM. Arrivano gli alieni di Space Jam e gli fanno dimenticare come saltare l’uomo, come avanzare e come fare l’esterno di centrocampo. Nel secondo tempo perde la bussola e si spegne nemmeno la Tv non appena Barbara D’Urso attacca con un servizio sulle truffe all’Inps.

BATTERIA SCARICA VOTO 5.5

Sampietro

SAMPIETRO 6: uagnù, Sampietro ha fatto 48 presenze nella primavera della Samp.

Sampietro

Se è scarso questo, o richiamate Cejas dal Cile dove sta organizzando il colpo di stato contro Bachelet o la vedo dura a centrocampo quest’anno. Fortunatamente positivo l’esordio per il numero 8 con tanti palloni recuperati davanti alla difesa, la velocità di Montolivo senza una gamba e tante situazioni pericolose salvate prendendo la palla e spedendola al Saint Bon.

DIGA VOTO 6

Nigro

NIGRO 6.5: gli do 6.5 perché durante la partita lo hanno visto sputare pure le bombette mangiate alla vigilia di Capodanno.

Grinta, corsa e pressing, al presunto rigore non dato per il Taranto va faccia a faccia con l’arbitro incazzandosi come una bidella quando cammini dove ha appena lavato. Sfortunato nel rigore dato al Matera quando decide di fare il volo dell’angelo di Chris Benoit colpendo la palla con la mano, ma è il calcio più l’ignoranza.

DANIEL SON PRENDI LA CERA TOGLI LA CERA VOTO 6.5

Paolucci

PAOLUCCI 5: non scrivo niente anche perché ho sonno e poi  tanto nessuno sa che è stato in campo e che ha giocato i primi 45 minuti. Era il numero 5, se non ve ne foste accorti.

CASPER VOTO 5

Bollino

BOLLINO 5.5: parte a razzo manco la prima puntata di “Ciao Darwin”, si procura la punizione toccandola per il goal di Stendardo poi però arrivano gli Illuminati e decidono che Bollino non deve giocare più a calcio e non deve attaccare più.

Sce pall ci stava facendo divertire i primi 20’minuti.

UN CERO VOTO 5.5

Balistrieri

BALISTRIERI 6: domani la Nintendo lancia un nuovo gioco: ”Spazza la palla tanto sta Balistrieri”.

balistrieri

Giocando così riusciremmo a perdere pure la caccia allo scoiattolo dalla coda dorata contro i Boy-Scout di Maruggio. Tanto sacrificio e tanti falli presi per l’attaccante palermitano ma zero tiri in porta. I piedi di un pinguino che gioca a calcio con le “Silver” ma ripeto, 6 per l’impegno.

SALVATE IL SOLDATO RYAN VOTO 6

Cedric

CEDRIC 6: entra 10 minuti, manda al bar di piazza Lucania un terzino del Matera con un tunnel e si guadagna sto 6 solo per questo.

Poi oh, che cazzo volete… da YouTube sembra forte.

MOWGLI VOTO 6

Magnaghi

MAGNAGHI s.v: le uniche palle che tocca sono le sue sotto la doccia quindi niente… senza voto!

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *