copertina_myangel

La speranza di Taranto sono i bambini: parla Angela di My Angel

Ieri sera sono stata sommersa dai sorrisi e dall’entusiasmo dei bambini di Taranto in occasione di un evento organizzato dal negozio My Angel. 

Ieri sera sono stata in centro, ho fatto una passeggiata in Piazza Maria Immacolata, ho sbirciato le vetrine dei negozi – che erano aperti – e dopo essermi iniettata nelle vene una quantità sufficiente di tè per ricominciare la vasca canonica nel borgo di Taranto, sono passata da My Angel, negozio d’abbigliamento per bambini in via Anfiteatro nonché la mecca dei piccoli fashionisti, attratta dalla fiumana di mamme e papà in visibilio di fronte alle vetrate dell’attività.

Nell’occasione ho parlato con la proprietaria, Angela, che presto mi ha svelato l’arcano: le piccole pesti avrebbero sfilato con gli abiti della collezione 2016-2017 di My Angel con la supervisione di Ilaria, Francesca e Luana.

myangel3

Nonostante le lancette del mio orologio biologico siano ancora ben lontane dal segnare l’ora della “mammitudine”, ho deciso di restare e di documentare l’evento. Ché anche solo per il fatto che alcuni commercianti si siano prodigati per organizzare qualcosa di diverso per sponsorizzarsi, per aggregare e creare movimento in un fazzoletto della città poco valorizzato, m’è parsa una cosa degna d’attenzione.

myangel4

Non ho fatto in tempo a varcare la soglia del negozio che mi sono ritrovata di fronte Gabriele, Mattia, Chanel e Asia – tanto per citarne alcuni – alle prese con papillon, pizzi, giacche di pelle felpe e gonnelline. Un tripudio di colori, capi all’ultima moda e sorrisi. Non sono mancati i pianti, of course, ma quando i bambini hanno iniziato a sfilare sul tappeto rosso sono stata contagiata dal loro entusiasmo e dalle smorfie, al punto che alcuni parevano modelle e modelli navigati. Erano i bambini nostri, i bambini di Taranto che si divertivano, facevano i grandi – e quanto sarebbe bello se i grandi riuscissero a fare i bambini -, lanciavano sguardi di approvazione, sguardi complici ai genitori che erano immobili, con lo smartphone tra le mani ad immortalare i figli ad ogni buffissimo passo.

my-angel1

Allora ho capito, cosa che mi è stata confermata da Angela in un secondo momento, che My Angel è prima di tutto un luogo familiare dove i sorrisi, la cortesia, la cordialità e la professionalità rappresentano i veri valori aggiunti. Dove le mamme e i papà, al di là del bancone del negozio – che ha aperto i battenti nel febbraio 2012 – trovano in Angela e Giovanni degli amici prima ancora che dei commercianti. Aspetto niente affatto banale, soprattutto in una città come Taranto in cui l’economia locale viene sacrificata sull’altare del menefreghismo e del “c’me ne futt a me”.

myangel2

Angela e Giovanni, mattone dopo mattone, hanno costruito un piccolo tempio della moda, con etichette di qualità Made in Puglia ma anche con un occhio rivolto altrove, Madrid ad esempio.

“Non ci fermiamo mai – svela Angela – e non ci accontentiamo di quello che abbiamo. Ecco perché ci aggiorniamo continuamente e stiamo già pensando al prossimo evento, quello di gennaio dedicato alla cerimonia, e ad alcune manifestazioni in primavera. D’altronde, al di là della vendita – aggiunge – pure gli eventi presuppongono un lavoro non indifferente, i bambini si affezionano, loro sono la speranza per Taranto, e i genitori sono orgogliosi. Insomma, ti riempiono il cuore.” E lo stomaco, aggiungerei. Sì, perché la catwalk di ieri sera è stata salutata con un ricco aperitivo e una montagna di caramelle, la giusta ricompensa per i neo-modelli che hanno sfoggiato simpatia e sicurezza al suon di “Andiamo a comandare”.

my-angel-aperitivo

my-angel-caramelle

Mentre noi, dall’altra parte, li invidiavamo un po’, ne invidiavamo la spensieratezza, la gioia, la timidezza e il loro unico pensiero: fare il possibile per sembrare divi!

Già che ci siete, un bel like sulla Pagina Facebook di My Angel lo piazzerei. C’è pure il sito internet!

My Angel – Negozio d’abbigliamento
Via Anfiteatro, 134 – Taranto
099 400 0386
Aperto dal Lunedì (pomeriggio) al Sabato 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *