teatro_orfeo_contest

Il Teatro Orfeo di Taranto compie 103 anni!

Oggi, 27 febbraio, il Teatro Orfeo di Taranto compie 103 anni. Auguri!

Tanti auguri al Teatro Orfeo di Taranto, che oggi compie 103 anni. Un traguardo importante, non solo per la struttura ma per la città e per i tarantini.

Perché vedete, quando parliamo di riconversione, parliamo proprio di questo. Parliamo del fatto che un teatro ultracentenario tarantino si impegni ogni giorno per diffondere cultura parlando agli anziani, ai bambini, ai ragazzi ma anche ai giovani talenti ai quali il teatro apre puntualmente le sue porte.

E’ una scommessa quella di Adriano e Luciano Di Giorgio – gestori e proprietari dell’Orfeo -; è una scommessa che va ben oltre gli ospiti blasonati che si avvicendano sul palcoscenico e sposa un’idea e una convinzione fortissime: andare a teatro, ovunque noi siamo, è una salvezza, perché ci arricchisce, perché in un certo senso ci fa sentire migliori.

Per cui, lunga vita all’Orfeo. Lunga vita all’arte, a quella sensazione di sentirsi in famiglia quando varchi la soglia del teatro. Ed io sono grata di fare attivamente parte di questo processo, non solo in qualità di ufficio stampa delle stagioni che l’Orfeo organizza con Andrea Romandini, ma di utente che ammira e apprezza gli sforzi e il coraggio di portare avanti – senza farla fermare mai – una macchina complessa, una macchina che alle volte fatica a procedere ma che non si ferma. E non si fermerà, perché Taranto di cultura ha un estremo bisogno, così come ha bisogno di condivisione.

26952452_1651854708193845_815889509006865649_o

15976955_10155259005019311_8522354367256968561_n

E stasera, l’Orfeo festeggerà con Travelend: uno spettacolo teatrale scritto e diretto da Clarizio Di Ciaula, che vedrà esibirsi 11 donne in un giallo avvincente ambientato nel futuro. Un’opera ricca di colpi di scena, che rappresenta il coronamento del percorso artistico, professionale e umano delle protagoniste nella scuola di recitazione del teatro diretta proprio da Clarizio.

Sosteniamo la cultura, sosteniamo Travelend e sosteniamo l’idea di una città che poco o nulla ha a che fare con quella vocazione industriale abusata.

Il biglietto costa solo 10 euro e può essere acquistato direttamente al botteghino del Teatro in via Pitagora, 78 a Taranto.

Ci vediamo lì, alle ore 21, sulle sedie rosse in velluto.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *