modificata

Rooms: la mostra a Taranto del collettivo DonneSenzaVolto

Venerdì 6 marzo alle ore 19 sarà inaugurata la mostra “Rooms”, delle artiste del collettivo DonneSenzaVolto, presso il Circolo fotografico “Il Castello” di Taranto (via Plinio 85). L’esposizione, realizzata con il patrocinio della Fiaf (Federazioni italiana associazioni fotografiche), rimarrà aperta al pubblico con ingresso libero sino all’8 marzo (ore 10-12 e 18-20).

“Essere donna è così affascinante. È un’avventura che richiede tale coraggio, una sfida che non annoia mai. Avrai tante cose da intraprendere se nascerai donna. Per incominciare, avrai da batterti per sostenere che se Dio esiste potrebbe anche essere una vecchia coi capelli bianchi o una bella ragazza. Poi avrai da batterti per spiegare che il peccato non nacque il giorno in cui Eva colse la mela: quel giorno nacque una splendida virtù chiamata disubbidienza. Infine avrai da batterti per dimostrare che dentro il tuo corpo liscio e rotondo c’è un’intelligenza che chiede d’essere ascoltata.”

Sono assolutamente consapevole che scomodare Oriana Fallaci (e uno dei suoi libri più belli) sia una responsabilità non da poco. Eppure, quando ho letto di “Rooms” ho pensato subito a lei. Perché Oriana è stata il manifesto delle donne, ha incarnato il coraggio, la sfrontatezza, la forza e le fragilità allo stesso tempo.

“Rooms”, la mostra del collettivo DonneSenzaVolto che sarà inaugurata il 6 marzo, è un inno all’amore, alla creatività, alla libertà di riempire o svuotare le stanze dell’anima o le stanze intese come spazi fisici, se vogliamo, in cui materia e spirito si rincorrono senza sosta.

“Rooms” è concedersi l’occasione di essere diverse oppure di restare tali. E’ abitare una dimensione che cambia se noi vogliamo che cambi, in cui ognuno è quello che decide di essere nella totale ed estrema intimità che rimane segreta.

La viola

Succede così che gli scatti di Alessandra Angeletti,  Enza Cartellino, Silvia Cristofaro, Valeria Dimaggio, Stefania di Tommaso, Federica Fullone, Maria Michela di Biasi, Francesca Famá, Roberta Laviola, Letizia Lo Prete, Debora Masciavè, Valeria Merlo, Ilaria Morello, Federica Moscatelli, Valentina Pellegrino, Federica Petruzzi, Miriam Putignano, Giulia Quaranta, Eleonora Ressa, Nicoletta Spinelli e Tiziana Ruggiero, diventano il pretesto per parlare di sé, delle proprie abitudini, delle paure e della solitudine. L’interno si mescola con l’esterno e viceversa e le storie si intrecciano in un groviglio di umanità.

In un senso più personale, le stanze rappresentate diventano persino cassetti per custodire il ricordo di qualcuno, la bellezza di un gesto, un amore lontano nel tempo o nello spazio. O anche, rappresentare luoghi immaginari nei quali ci si nasconde per fuggire dalle aspettative altrui e riposarsi. Dimensioni in cui provare a ritrovarsi, scoprendosi diverse da come ci si aspettava di essere.

Madrina del vernissage: Federica Cerami

Madrina del vernissage sarà la critica Federica Cerami, curatrice di mostre e progetti ed esperta di fotografia terapeutica, un modo per scoprire se stessi e gli altri attraverso uno strumento, la fotografia, per l’appunto, che oltre ad essere un’arte, un registratore di ricordi e un mezzo di informazione, può essere considerato un modo di esprimere i sentimenti in un determinato istante.

Pertanto, concedetevi un po’ di bellezza, venerdì 6 marzo.

dsv2020_locandinaweb-07

Mostra ROOMS
Dal 6 all’8 marzo
Circolo Fotografico Il Castello in via Plinio, 85 (Taranto)
Ingresso Libero

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *