bombette cisternino

Ode alle Bombette di Cisternino

Se c’è una cosa che il tarantino fa nel weekend, e non solo nella stagione invernale, è andare a mangiare le bombette a Cisternino.

Il weekend fa rima con bombette per i tarantini, in tutte le stagioni. Andare a mangiare le bombette in valle d’Itria è diventato un rito che nel corso degli anni si è pian piano consolidato. Rito che il tarantino e il terrone in generale condivide ben volentieri con gli amici forestieri che vengono a trovarlo nel profondo Sud e che non possono permettersi di tornare in Polentonia Land senza aver prima vissuto l’esperienza delle bombette di Cisternino.

Ora, non che le bombette siano un’esclusiva di questo delizioso paesino pugliese, semplicemente sono le migliori che abbia mai assaggiato, non so voi. E mentre sfogliate il capitolo dei consigli non richiesti, vi suggerisco di fare un salto da Zio Pietro (che spero legga e mi ringrazi con un chilo di bombette per la pubblicità gratuita), la mecca dell’involtino più ambito della Puglia. Un involtino di carne ripiena che abbraccia svariati gusti: si passa dalla bombetta ripiena di parmigiano e prosciutto, alla bombetta piccante, fino a quella con rucola e grana e impanata. Insomma, ode alla bombetta in qualunque modo la si voglia gustare.

gastronomia1

Le bombette vengono servite solitamente con insalata o patate alla cenere (e altri dieci chili di carne accuratamente selezionata dal banco della macelleria che è al tempo stesso braceria e ristorante, ché qui in Terronia si sono inventati ‘sta formula vincente della risto-macelleria), in un valzer di sapori e odori innaffiati da ottimo vin rouge della casa, che persino un vegano non riuscirebbe a restistervi. No, sto esagerando forse: sì, perché quando addenti una bombetta in qualche parte del mondo un vegano muore, ma questa è un’altra storia.

La bombetta resta la regina della griglia e ci dispiace per chi non abbia ancora avuto l’onore di mangiarla.

Amen.

Photo credits: www.altrullo.it (img interna)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *